Customer Stories

Nonprofit

Reach the World

Grazie a Zoom, Reach the World porta in aula le aree più remote del pianeta

Reach the World utilizza Zoom per portare il mondo in aula, in tutto il paese.

Reach the World

Anno di fondazione: 1998

Sede centrale: New York City

Settore: Organizzazioni senza scopo di lucro, istruzione

Sfide: Connettersi con i viaggiatori in località remote, fornendo agli studenti un ambiente sicuro per le riunioni Soluzioni: Zoom Meetings

Vantaggi per l'azienda: Maggiore affidabilità, riunioni sicure con gestione migliore

"Abbiamo organizzato un incontro con un esperto di orsi polari, che stava usando il suo telefono satellitare per trasmettere direttamente in classe dal nord del Canada, un episodio incredibile", "Vogliamo spostarci in un luogo in cui i nostri viaggiatori possano utilizzare i dispositivi mobili per le loro presentazioni, in modo da poter avere qualcuno collegato dal vivo da un mercato in India o dalla Grande Barriera Corallina in Australia. È davvero entusiasmante."

Brianna Rowe

Direttrice sviluppo aziendale

Reach the World

Anno di fondazione: 1998

Sede centrale: New York City

Settore: Organizzazioni senza scopo di lucro, istruzione

Sfide: Connettersi con i viaggiatori in località remote, fornendo agli studenti un ambiente sicuro per le riunioni Soluzioni: Zoom Meetings

Vantaggi per l'azienda: Maggiore affidabilità, riunioni sicure con gestione migliore

"Abbiamo organizzato un incontro con un esperto di orsi polari, che stava usando il suo telefono satellitare per trasmettere direttamente in classe dal nord del Canada, un episodio incredibile", "Vogliamo spostarci in un luogo in cui i nostri viaggiatori possano utilizzare i dispositivi mobili per le loro presentazioni, in modo da poter avere qualcuno collegato dal vivo da un mercato in India o dalla Grande Barriera Corallina in Australia. È davvero entusiasmante."

Brianna Rowe

Direttrice sviluppo aziendale

L'organizzazione no-profit Reach the World collega le aule del ciclo di istruzione primaria e secondaria meno servite con la sua rete di viaggiatori ed esploratori in tutto il mondo, utilizzando la potenza delle videoconferenze, offrendo esperienze di apprendimento uniche agli studenti. Le esperienze di scambio virtuale di RTW ampliano la comprensione del mondo da parte degli studenti e contestualizzano le informazioni apprese con l'istruzione scolastica.

Attraverso Reach the World, i viaggiatori e gli esploratori giramondo possono connettersi con le aule effettuando scambi virtuali individuali, proponendo esperienze approfondite e mirate che svelano agli studenti le meraviglie di altri paesi e culture e ne stimolano la voglia conoscenza. Attraverso l'offerta agli studenti di questa opportunità unica per interagire con vari viaggiatori, RTW estende le opportunità formative oltre il tradizionale ambiente scolastico e promuove la consapevolezza globale.

Fornire un'esperienza didattica sicura e affidabile tramite il video

Sin dal suo inizio, Reach the World ha utilizzato le videoconferenze per connettere i viaggiatori direttamente alle aule con sede negli Stati Uniti e per creare un'esperienza didattica più personalizzata per i giovani. Tuttavia, le soluzioni video tradizionali rendevano difficile fornire un'esperienza didattica sicura e agevole.

"Usavamo Google Hangouts, ci trovavamo abbastanza bene, ma avevamo ancora qualche problema" ha dichiarato Brianna Rowe, direttrice dello sviluppo aziendale di Reach the World. "Uno dei maggiori problemi era la necessità di un account Google per usare Hangouts, ma non tutti i nostri viaggiatori e insegnanti ne avevano uno. Non eravamo neanche in grado di tracciare nè di monitorare chi entrava nelle riunioni e nemmeno di disattivare l'audio dei partecipanti, un elemento davvero importante quando si lavora con i bambini".

L'organizzazione inoltre si connette spesso anche con i viaggiatori in aree remote che hanno poca o nessuna connettività. Ad esempio, nel 2018, Reach the World ha iniziato una collaborazione, che ha rappresentato per l'organizzazione una sfida davvero unica, con la spedizione diretta al Mare di Weddell in Antartide, una delle aree più remote al mondo.

"Abbiamo avuto l'opportunità di collaborare con la spedizione diretta al Mare di Weddell, il team stava conducendo un'esplorazione per documentare flora e fauna, progredire con le scoperte scientifiche e cercare il relitto della nave di Sir Ernest Shackleton in quelle zone", ha aggiunto Rowe. "Il team della spedizione ci ha avvisato dell'impossibilità di comunicare in videoconferenza vista la lontananza della loro posizione. Quindi dovevamo trovare una soluzione che potesse funzionare in quelle condizioni".

Brianna Rowe

Direttrice sviluppo aziendale di Reach the World

Valutazione delle soluzioni per prestazioni e sicurezza

Reach the World, determinata a cogliere le opportunità di apprendimento uniche disponibili grazie alla spedizione nel Mare di Weddell, ha provato diverse soluzioni video, utilizzando la connessione internet satellitare estremamente limitata della spedizione.

"Dovevamo provare diverse soluzioni, quindi abbiamo isolato il segnale internet, che la nave aveva solo per un'ora a settimana, e testato ogni piattaforma a cui riuscivamo a pensare", ha dichiarato Rowe. "Abbiamo provato Google Hangouts, Skype, FaceTime e altre piattaforme, ma le prestazioni di Zoom sono state di gran lunga le migliori".

Reach the World, grazie a Zoom, ha trasmesso aggiornamenti settimanali in diretta dalla spedizione al Mare di Weddell, consentendo agli studenti la possibilità di apprendere, da esperti del settore sul campo, scienza, ingegneria, matematica e biologia.

Reach the World ha anche scoperto che le funzionalità di sicurezza di Zoom hanno contribuito a fornire agli studenti partecipanti una migliore esperienza di apprendimento.

"La possibilità di iscrizione alla riunione che offre Zoom ha rappresentato per noi un vantaggio enorme, consentendoci di sapere chi stava partecipando e quindi di contattare i partecipanti in seguito, se necessario", ha affermato Rowe. "Anche la funzione sala d'attesa è fantastica, quando stiamo per collegarci dal vivo infatti, ci fa piacere sapere che i partecipanti ci aspettano e siamo felici di presentare anche loro. È stata molto importante anche la possibilità di disattivare l'audio dei partecipanti se necessario".

Progettare le esperienze educative di domani

Reach the World può sfruttare la piattaforma Zoom per offrire agli studenti opportunità formative davvero irripetibili per sperimentare il mondo al di fuori del Paese o regione di provenienza. "Queste esperienze hanno un impatto tangibile sugli studenti meno abbienti," ha proseguito Rowe, "e possono essere un'ispirazione per viaggiare all'estero, scoprire di più sul mondo in generale ed esplorare nuove aree dell'istruzione."

Mentre Reach the World prosegue nel portare il mondo nelle aule di tutto il Paese, Rowe è entusiasta che l'organizzazione espanda l'uso di Zoom, per creare esperienze di apprendimento ancora più speciali.

Scopri che cosa è possibile grazie a Zoom

I nostri clienti ci ispirano! Scopri come le organizzazioni utilizzano la nostra piattaforma per connettersi, comunicare e fare molto altro insieme.

Attraverso la piattaforma Zoom, il WWF consente un'efficace collaborazione globale fra i suoi 100 uffici e aumenta la...

Leggi il caso di studio

Save the Children, un'organizzazione senza scopo di lucro, ha fatto ricorso a Zoom per ottimizzare le comunicazioni e...

Leggi il caso di studio

In CIA-Agricoltori Italiani Zoom Phone rivoluziona la telefonia, ottimizza il lavoro e fa risparmiare. Questa organizzazione di categoria,...

Leggi il caso di studio

Azienda di grande tradizione, leader in Italia nel mercato della distribuzione editoriale, Emmelibri ha intrapreso fin dal 2017...

Leggi il caso di studio

Con la telefonia cloud di Zoom, Hassan Allam Holding ha migliorato l'esperienza di comunicazione dei propri dipendenti, sia...

Leggi il caso di studio

La connettività è tutto, per un'app all'avanguardia che rende possibile il servizio di consegna e corriere in oltre...

Leggi il caso di studio

BPAY Group attraverso la piattaforma di comunicazioni unificate di Zoom, ha reso possibile comunicazione e Il collaborazione semplificate...

Leggi il caso di studio

Bridgewater Associates spiega come i propri team hanno reso possibile una collaborazione efficiente durante la pandemia con la...

Leggi il caso di studio